Oro 29,78 €/g  Quotazione aggiornata in tempo reale 24K
CLICCA SUL PREZZO E
BLOCCA LA QUOTAZIONE
Argento 0,24 €/g  Quotazione aggiornata in tempo reale 999
CLICCA SUL PREZZO E
BLOCCA LA QUOTAZIONE

Fusione dell'oro, come funziona?

Fusione dell'oro, come funziona?

La fusione dell'oro, e i processi che la caratterizzano, hanno luogo in forni nei quali vengono sviluppate altissime temperature. Il punto di fusione dell'oro infatti, vale a dire la temperatura raggiunta la quale l'oro si scioglie e diviene liquido, è di 1064°C. Nel crogiolo vengono versate assieme ad esso anche piccole quantità di borace e salnitro, per coadiuvare il processo di fusione; la borace ha la proprietà di diluire i metalli nobili e proteggere il materiale dall'ossidazione mentre il salnitro, aggiunto quasi alla fine del processo, serve a rendere più liquido il materiale fuso ottenuto.

Raggiunta la temperatura idonea, il crogiolo viene estratto dal forno per procedere alla colatura del metallo fuso in contenitori in ghisa o grafite. La "staffa", - così viene chiamato questo contenitore, - viene unta leggermente con olio di lino per aiutare il distacco del prezioso contenuto. L'oro fuso deve essere colato velocemente, per impedire che si stratifichi in modo non omogeneo prima della fase di solidificazione. L'intero processo porta all'ottenimento di una verga che dovrà essere poi analizzata per stabilirne il contenuto in oro e determinarne il 'titolo'. In alcuni compro oro è possibile, per i commercianti e gli operatori professionali del settore, assistere al processo di fusione e saggiatura dell'oro consegnato; in questo modo essi possono assistere, in modo del tutto trasparente, all'intero procedimento che culminerà con la valutazione della loro merce. La fusione è un processo indispensabile per raffinare l'oro, che molto spesso non è utilizzato in forma pura ma mescolato in percentuali diverse ad altri elementi che possono servire ad aumentarne la durezza e la resistenza o ad ottenere colorazioni o brillantezze particolari. Attraverso la fusione e le sue fasi successive è possibile recuperare il metallo puro contenuto in leghe di tale elemento con altre sostanze. Quest'ultimo processo prende il nome di 'affinazione'. Il lingotto 'grezzo' viene infine reso lucido e brillante immergendolo in un contenitore nel quale è presente acido solforico, che serve a sciogliere e togliere gli scarti finali. Infine il lingotto viene lavato e preparato per l'ingresso sul mercato.

L'oro non è contenuto solo nei gioielli o nelle monete, prodotti ai quali il pensiero corre immediatamente non appena viene nominato il metallo giallo. Diversi parti in oro sono presenti spesso nelle posate, nei piatti, in oggetti destinati alla tavola come segnaposti, vassoi, vasi oppure in coppe, accessori, ciondoli, cornici o parti di esse, medaglie, leghe dentarie, parti e particolari applicati agli oggetti più diversi, fino ai rottami d'oro come catenine rotte, orecchini spaiati, ciondoli rovinati che non possono essere più indossati e vengono destinati alla fusione.

Ai privati non è consentito vendere direttamente il proprio oro alle fonderie ma non tutti sanno che non sempre coloro che raccolgono oro sono autorizzati a venderlo alle aziende di fusione: questo potrebbe infatti rendere possibili operazioni di riciclaggio di refurtiva. Gli intermediari che acquisiscono l'oro dai privati e lo rivendono alle fonderie devono obbligatoriamente essere in possesso di specifiche autorizzazioni. Quando si hanno rottami d'oro, destinati quindi espressamente alla fusione, può essere molto conveniente utilizzare un compro oro in regola con tutte le autorizzazioni che spesso è in grado anche di offrire la massima valutazione del nostro oro e di scambiarlo immediatamente con denaro contante.

Per determinare la composizione e la validità del metallo prezioso, viene eseguito quello che in gergo viene chiamato "saggio alla tocca" o, in inglese, "spot test": si tratta di un test chimico analitico eseguito su piccolissime porzioni di materiale per determinare la composizione quali-quantitativa di un determinato composto o sostanza. Non si parla di microanalisi, finché i test non diventano più complessi e più articolati. 

A chi rivolgersi per trasformare l'oro usato in lingotti da investimento? Questo servizio è dedicato a commercianti e privati dai principali Banco Metalli. E' necessario sottolineare l'importanza di rivolgersi a compro oro autorizzati alla fusione e in regola con i requisiti e in generale a punti vendita riconosciuti per la serietà e la trasparenza delle loro transazioni. Molti punti vendita offrono servizi compro oro per commercianti e dispongono anche di lingotti da investimento.

OroElite

Copyright © OroElite S.p.A.
P. IVA 10892621003
No. REA RM-1262094

Web Agency Roma Molecole